Brezza

Di lei hanno scritto ....

brezza.jpg E' l'alba del 23 Ottobre, nella piana del Fucino, vicino a Luco dei Marsi, tutto si risveglia, ma c'e una femmina, di pastore maremmano-abruzzese che invece si addormenta, nello stesso punto dove è nata, per un lungo sonno ristoratore, dopo quasi 13 anni vissuti con tanta intensità.
 E' Brezza di Lucus Angitiae, capostipite di una delle linee genealogiche più importanti di questa razza.


 Chi ha avuto la fortuna di incontrarla e di conoscerla ha apprezzato le sue doti innate, che attraverso i suoi figli, nipoti e discendenti vari, hanno permesso di fissare le caratteristiche morfologiche e caratteriali, che più di altre rispecchiano lo standard della razza.

Cafiero, Ulisse, Ultimo, Cassio, Zingara, Vela, Sila e tanti altri, sono i campioni che hanno permesso alla razza di essere conosciuta ed apprezzata sia a livello nazionale che internazionale. Brezza, la piccola grande Brezza, se ne è andata in silenzio, sulla punta dei piedi, ma da lassù veglierà sempre sui suoi discendenti e chi, come me, ha avuto la fortuna di incontrarla e poterla accarezzare (non lo permetteva a tutti) la porterà sempre chiusa nel cuore! Grazie Brezza, per tutto quello che hai dato, per tutto quello che ci hai insegnato.

Questo ricordo te lo dobbiamo tutti!



giovedì 23 ottobre 2008

Luco dei Marsi, è lutto nel mondo del pastore maremmano abruzzese. A 13 anni è morta Brezza di Lucus Angitiae. Non tutti l'hanno conosciuta questa coriacea cagna, capostipite della linea genealogica più importante del pastore maremmano abruzzese.Brezza di Lucus Angitiae ha dato una svolta a questa razza, balzata grazie a lei, solo negli ultimi anni, agli onori dei ring di tutta Europa. Con i numerosi campioni che, nella sua discendenza si sono affermati, è stato possibile fissare le caratteristiche morfologiche e caratteriali che più di tutte rispecchiano lo standard di razza. Agostino Di Cola che ha allevato Brezza ha saputo imperniare su di essa, con il suo creativo, raro genio cinolfilo, una famiglia del pastore maremmano abruzzese dalla quale non ci si può discostare se richerchiamo veramente e con serietà il miglioramento e la tutela di questa razza.


Il soggetto più rappresentativo di Lucus Angitiae è ovviamente Cafiero, che in se racchiude la bellezza ed il carattere di questo cane schivo e serio, potente e attento, elegante e rustico, leale e generoso. Le sue doti, le sue catteristiche sono a lui derivate da Brezza, come se questo soggetto fosse stato originato solo da una costola della madre. Grazie Brezza per quello che hai dato alla tua razza. Grazie Agostino per essere riuscito attraverso i ricordi netti e sicuri del tuo Abruzzo e della Marsica, terra di greggi e di bianchi guardiani, grazie per essere riuscito, nella solitudine dei tuoi pensieri ed aspirazioni, a miscelare quei soggetti che oggi fanno di Lucus Angitiae una famiglia geneticamente forte, capace di continuare la selezione della razza nella linea che da Brezza si origina.

 


 

© 2012
This site is powered by Seven Office, grafica by Leonardo Lai
Il materiale fotografico e testuale pubblicato in questo sito è di proprietà Agostino Di Cola ,protetto dalla legge sul diritto d'autore (Art. 2575 c.c.)